Gennaio 2014 Ita - ESEDOMANI TERNI

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

HISTORY > Anno 2014
 

ESEDOMANI TERNI INCONTRA AGEDO
SABATO 25 GENNAIO 2014 AUDITORIUM DI PALAZZO PRIMAVERA, TERNI

 
 

UN PUNTO DI RIFERIMENTO PER LE FAMIGLIE.

Con l'incontro di ieri pomeriggio tra Esedomani ed Agedo, abbiamo messo le basi per un importante servizio a favore delle nostre famiglie.
Siamo molto orgogliosi e felici del risultato e dell'incontro. È stato un momento denso di pathos e spunti di riflessione. Nella sala di Palazzo Primavera abbiamo contato una ottantina circa tra genitori e figli.
L'evento Patrocinato dal Comune di Terni, ha visto la partecipazione dell'Assessora alla Cultura e Pari Opportunità della Provincia di Terni Avv. Stefania Cherubini. Gli Assessori Comunali Guerra e Tedeschi hanno inviato un messaggio di sostegno. Erano presenti in sala rappresentanti della stampa e tv locale che hanno fatto un ampio resoconto dell'incontro. L'incontro dopo il saluto inziale del nostro presidente ha avuto il suo punto centrale con l'intervento dei due rappresentanti di Agedo. Le parole ed i concetti espressi dal Prof. Ettore Ciano, di Agedo Roma hanno colpito tutti i familiari presenti. Il Prof. Ciano ha spiegato come le difficoltà ed il dolore di una persona omosessuale che affronta il proprio percorso di accettazione personale e sociale siano vissute allo stesso modo dalla famiglia d'origine. Ha dato la visione di una famiglia schiacciata più dalle convinzioni e dalla chiusura di una società che, dalla difficoltà ad accettare un figlio/a omosessuale. Una società omofobica e colpevolizzante, intrisa di miti e falsità ideologiche. La soluzione, secondo Agedo, a queste difficoltà sta nel confronto e nella comunicazione tra i pari e con i figli, da qui l'idea di una associazione dedicata ai nostri genitori. Uno spazio per far riappropriare i genitori ed i figli dei loro legami affettivi messi in difficoltà da una società quasi sempre omofobica.
L'Agedo di Roma ha portato un fantastico video del matrimonio di due ragazzi romani, avvenuto ad Oslo. Quello che ha colpito tutti noi del video, sono stati le emozioni ed i sentimenti che amici, parenti e genitori esprimevano verso gli sposi. Un grande sentimento di felicità e di speranza verso il loro futuro. Gioia, Amore, Futuro sentimenti ed emozioni che non hanno origine dall'orientamento sessuale di una persona quanto dal suo essere e dai legami affettivi che la costituiscono.
L'incontro è continuato con l'intervento della nostra socia e psicoterapeuta Paola Cipolla che ci ha raccontato la nuova ed entusiasmante esperienza del gruppo giovani di esedomani. Paola ci ha trasmesso l'idea che l'orientamento sessuale di una persona deve essere una risorsa e non un limite, ed in questo passaggio essenziale il supporto familiare, amicale e della associazione gioca un ruolo centrale.
Abbiamo ascoltato con interesse l'intervento del Dott. Maurizio Bechi che ha parlato della sua esperienza pubblica a servizio dei giovani. Esedomani ha intrapreso una collaborazione con il Servizio ASL Il Sagittario, diretto dal Dott. Bechi, e dedicato ai giovani in difficoltà. Inoltre esedomani sarà partner del progetto intraregionale social skill sulla rete web curato dal Dott. Bechi e dalla dott.ssa Giulia Chiaccerini.
La chiusura dell'incontro è stata affidata a due donne in gamba...
Gabriella Musso ci ha parlato delle famiglie arcobaleno, il nostro futuro... i nostri figli e Donatella Maurizi la nostra referente per il nascente gruppo genitori di esedomani che ci ha trasmesso il suo orgoglio di madre e la sua disponibilità a mettersi in gioco insieme alle altre famiglie che aderiranno al gruppo. Insieme a Donatella ha preso la parola suo figlio Michael per ribadire l'importanza che ha la famiglia nell'affrontare le difficoltà del vivere alla luce del sole il proprio orientamento.
In conclusione siamo usciti più ricchi di emozioni e spunti di crescita, siamo ancora più comunità...

P.s. un ringraziamento agli amici di Omphalos Perugia per la loro gradita presenza e ad Adriano Lorenzoni di Terni in rete per la copertura giornalistica. Grazie ad Alessandra, Michael, Simona, Maria Chiara ed Irene per il lavoro...



LE NOSTRE VITE, I NOSTRI LEGAMI.

Quando iniziammo l'avventura di Esedomani eravamo pieni di molti dubbi e di poche certezze, ma quelle poche che avevamo erano e sono granitiche. Eravamo, e siamo, convinti che non dovevamo creare micromondi separati o chiusi, ma credevamo innanzitutto nella integrazione e nell'appartenere ad una comunità locale. Abbiamo voluto fare di esedomani un'associazione aperta, interessata e disponibile verso tutti i cittadini ternani. Eravamo, e siamo, convinti che l'orientamento sessuale non definisca una persona, è una parte di sé importante ma è una parte, non il tutto, non la persona nella sua interezza. L'orientamento non può diventare un metro per giudicare il valore di una persona. Sono i valori, l'etica, i sentimenti, etc. che possono rendere le persone diverse l'une dalle altre nel bene e nel male. Eravamo e siamo, convinti che i legami familiari ed affettivi rappresentino le radici di un albero, noi stessi, che cresce e si sviluppa con le sue foglie, la vita che ognuno di noi è in grado di vivere. Dopo avere, in questo anno trascorso, lavorato insieme ai nostri soci ed amici sul valore paritario della persona omosessuale, oggi ci accingiamo a far conoscere agli altri il nostro mondo affettivo e familiare. Il nostro essere persona nasce dall'avere radici e legami, dall'essere stati voluti, desiderati e amati dai nostri genitori. Non siamo nati per caso o per grazia ricevuta. Il nostro orientamento sessuale è stato accettato o rifiutato per primo dalle nostre famiglie, hanno sofferto, gioito o odiato con noi e per noi. La verità è che NOI una famiglia ce l'abbiamo avuta o ce l'abbiamo. Abbiamo le nostre origini, le nostre radici, i nostri legami indissolubili.
COME TUTTE LE PERSONE
È QUESTO FA DI NOI PERSONE COME TUTTI GLI ESSERI UMANI, NON DI PIÙ NON DI MENO.
È questa verità, lampante, dovrebbe mettere fine a tutte le teorie sulla diversità, noi persone omosessuali siamo capaci di amare e generare perché siamo stati amati e generati, come tutti gli altri essere umani. Nella nostra idea di esedomani abbiamo da subito pensato di dedicare uno spazio per la nostra vita familiare, d'origine o acquisita. Per questo motivo ci siamo rivolti ad Agedo sede di Roma. L'Agedo (associazione di genitori, parenti ed amici di  omosessuali) è nata nel 1992, e noi intendiamo proseguire con i nostri genitori, parenti ed amici quella strada iniziata a Milano vent'anni fa. La strada dell'affermazione della storia e delle radici di tutti noi, e la strada dell'aiuto verso chi, famiglia, si trova in difficoltà nel processo di accettazione dell'orientamento sessuale di un proprio congiunto. Per questo noi di esedomani sabato 25 gennaio faremo nascere il gruppo Agedo, dei genitori, parenti ed amici, a Terni. Abbiamo organizzato questo incontro pubblico per far conoscere alla nostra città questa importante realtà nazionale, e per varare questa nostra nuova avventura insieme ad i nostri familiari. Venite a sostenerci e soprattutto portate i vostri cari, oggi non vi chiediamo soltanto di mostrare il vostro orgoglio di persone omosessuali, ma di mostrare ai nostri concittadini le vostre radici i vostri legami affettivi.
Ancora una volta dimostriamo che il nostro essere persona è completo, degno di essere vissuto e tutelato come quello degli altri. Sarà anche l'occasione per parlare della nuova realtà della FAMIGLIE ARCOBALENO Umbre, il nostro futuro....
Grazie alla generosità degli amici di Agedo sede di Roma per il sostegno e la vicinanza che ci stanno dimostrando.
L'evento ha il Patrocinio del Comune di Terni.

P.s. a giorni vi illustreremo le altre iniziative di esedomani:
il concorso letterario, il nostro video sul coming out, il programma della tre giorni di maggio contro l'omofobia e tanto altro... sosteneteci, associatevi, site orgogliosi di NOI e di VOI STESSI.

 
 
 
 
ESEDOMANI INCONTRA AGEDO servizio tg3 Umbria
FAMIGLIE ARCOBALENO E GABRIELLA MUSSO
www.terninrete.it: " IO, MAMMA, FIERA DI MIO FIGLIO GAY "
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu